D'Abruzzo

Home
La rivista
Filo diretto
Catalogo
Abbonamenti
Cerca

L'Abruzzo sulla via del Giubileo

La Regione Abruzzo - Settore Turismo, in collaborazione con la Conferenza episcopale abruzzese e molisana, ha realizzato la guida al turismo religioso per l’imminente appuntamento dell’Anno Santo del terzo Millennio

Testo di Catia Serra

In cinque lingue (italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo) e in notevolissima tiratura, da garantirne la distribuzione nei pi¨ importanti appuntamenti internazionali, la Regione Abruzzo - Settore turismo - ha realizzato la guida ai percorsi religiosi e alle mete spirituali di pellegrinaggio in Abruzzo.
L’iniziativa che affianca quelle giÓ messe in atto (sito internet http://www.regione.abruzzo.it/turismo e i vari workshop nelle maggiori cittÓ europee) si propone di consolidare i successi giÓ ottenuti, attraverso un valido strumento di diffusione e promozione.
In bella e agile veste editoriale, messa a punto dallo staff della Menab˛ D’Abruzzo-Guide, (progetto grafico di Antonella Dell’Elice, foto di Luciano D’Angelo e Archivio D’Abruzzo, testi di Maria Concetta Nicolai, traduzioni di Angela Arnone - inglese, Maria Elettra Marino - tedesco, Maria Claudia LopÚz spagnolo - Adina Popeschu francese) la pubblicazione spazia sulla realtÓ religiosa della Regione con un ricco corredo di informazioni, riferimenti, cartine, itinerari, notizie utili e immagini di grande suggestione.
La trattazione segue le direttive fissate dalla Conferenza episcopale Abruzzese e Molisana (con la quale il progetto editoriale Ŕ stato concordato) ed espone la materia, particolarmente complessa per ampiezza e spessore tematico, suddividendola in sei capitoli.
Le grandi mete della chiesa abruzzese (il Santuario di San Gabriele, il Miracolo eucaristico di Lanciano, il Volto Santo di Manoppello, la Madonna dei Miracoli di Casalbordino) aprono l’argomento, prospettando varie situazioni di pellegrinaggio e turismo religioso.
Segue il capitolo dedicato ai Santi abruzzesi per nascita o per vicende della vita. Tra di essi spiccano, delineati a tutto tondo, le figure di San Berardo Vescovo di Teramo, San Giovanni da Capestrano, San Bernardino da Siena, San Camillo de Lellis, San Francesco Caracciolo, ma anche il Beato Roberto da Salle, il Beato Nunzio Sulprizio, i beati Angelo da Furci e Lorenzo da Villamagna.
La trattazione dei santuari ordinati per categorie di riferimento (mariani, della Passione di Cristo, ecc) comprende anche le sedi episcopali della regione.
Ai monumenti architettonici religiosi Ŕ dedicata un’ampia esposizione che, pur nei parametri imposti dal livello divulgativo dello scritto, riesce a suscitare l’interesse del lettore che pu˛ disporre di informazioni esatte e precisi riferimenti.
Un intero capitolo Ŕ dedicato alla figura di San Pietro Celestino, la cui vicenda terrena Ŕ tratteggiata attraverso la visita dei luoghi abruzzesi legati alla sua presenza e alla sua opera.
Conclude il piccolo, ma denso libretto, la sezione dedicata alla religiositÓ popolare e all’oasi di rito greco di Villa Badessa.
Qui la penna di Maria Concetta Nicolai, del resto sempre limpida e raffinata, propone prospettive di approccio e riflessioni di grande interesse antropologico, coniugando la visione laica dell’universo religioso con il profondo rispetto per ogni posizione di fede.

L’Abruzzo sulla via del Giubileo
Ŕ disponibile per gli operatori del settore che possono farne richiesta ad Abruzzo - Promozione turismo, via Nicola Fabrizi n. 171, 65122 Pescara, anche via fax 085298246

 

EDIZIONI
MENABO'


Coordinamento multimediale
Maria Concetta Nicolai

Webmaster
Giustino Ceccarossi

ę 1998, 1999 Edizioni Menabo', Professional Net