Provincia di Chieti

Home Su

The Jubilee Gate I Comuni L'Amministrazione Feste popolari News Informazioni turistiche

 

Comunicato stampa


Programma di riqualificazione urbana del Comune di Chieti

In relazione alle notizie apparse sugli organi di stampa e trasmesse dalle emittenti locali aventi ad oggetto la Conferenza di Servizio che si e' tenuta il 28.01.99 presso la Sala Consiliare del Comune di Chieti concernente il Programma di Riqualificazione Urbana dello stesso di cui al D.M. LL.PP. 21.12.94, la Provincia, per dovere di cronaca e per una piu' completa informazione, sottolinea quanto segue:

La Provincia di Chieti e' stata invitata a partecipare alla Conferenza di Servizi per l’avvio della procedura che, secondo la normativa vigente, e' propedeutica all’insediamento del "Comitato dei rappresentanti", competente alla definizione dell’accordo di programma.

Nel dettaglio la Provincia, chiamata per prima ad esprimersi, ha formulato un assenso di massima alla prosecuzione dei lavori, riservandosi di intervenire, in sede di comitato, per quanto attiene alle proprie competenze urbanistiche.

Successivamente interpellato, il Rappresentante del Genio Civile ha comunicato la propria posizione rimandando al parere che aveva gia' formulato e trasmesso al Comune con atto n.6906 del 14.01.99.

Poiche' la conoscenza di tale parere era indispensabile per l’insediamento del suddetto "Comitato", la Provincia ne chiedeva la "necessaria" lettura. Di fronte, pero', all’inspiegabile ed esplicito rifiuto del Sindaco del Comune di Chieti di dare lettura di tale parere in sede di Conferenza, il rappresentante della Provincia ha richiesto di far mettere a verbale l’accaduto, svolgendo in tal modo il ruolo per il quale era stato delegato e che gli compete per legge.

Tale necessita', male interpretata nello spirito e nel significato procedurale, come e' ben noto, ha fatto vivere alla Conferenza momenti convulsi che hanno avuto il loro apice nella richiesta, strumentale e del tutto immotivata, d’intervento dei carabinieri fatta dal Sindaco.

Nello specifico la conoscenza dei contenuti del suddetto parere del Genio Civile, o di qualsiasi altro parere eventualmente formulato, costituiva presupposto indispensabile per articolare o meno la procedura, in quanto l’insediamento del "Comitato" e' legato alla previa espressione positiva della Conferenza.

Infatti, il parere espresso dal Genio Civile, acquisito dalla Provincia di Chieti a mezzo fax il 29.01.1999, mostra chiaramente come esistano difficolta' connesse alle compatibilita' del programma di riqualificazione proposto con le caratteristiche geomorfologiche degli ambiti collinari del territorio teatino. Incompatibilita' derivante, secondo il Genio Civile, anche dalla recente dichiarazione dello stato di emergenza formulata dal Presidente del Consiglio dei Ministri per il rischio inerente i noti dissesti idrogeologici del Comune.

Tale ricostruzione dei fatti evidenzia che il comportamento della Provincia di Chieti e' stato finalizzato unicamente al corretto avvio delle procedure per l’insediamento del "Comitato". Qualsiasi altra interpretazione deve ritenersi pertanto strumentale e fuorviante, poiche' questo Ente, come ha dimostrato in tante altre occasioni, non ha alcuna intenzione di assumere comportamenti pretestuosi che possano disattendere le aspettative della citta' di Chieti o di altra realta' locale. Pertanto ci si augura che vengano ristabiliti i corretti rapporti collaborativi tra gli Enti, nel rispetto, ovviamente, delle regole e delle proprie competenze ".

Chieti, lý 1 febbraio 1999

L’Addetto Stampa

 

Ultimo aggiornamento:
lunedý 19 novembre 2001

Sei il visitatore numero

Web design by
Professional Net